Ortognatodonzia
(a cura della Dott.ssa C.Rampa)


L’ortodonzia, o meglio, “ortognatodonzia” (“gnato” è un termine indicante la masticazione) è quella branca dell’odontoiatria che studia il corretto rapporto tra le basi ossee, l’allineamento e la posizione dei denti.
Capire le cause per cui i denti sono storti o le basi ossee non sono correttamente rapportate tra loro è di fondamentale importanza per poter valutare con la massima precisione l’opportunità e la tempistica dell’intervento.
Per decidere se il problema andrà risolto con un trattamento precoce o tardivo, mediante apparecchiatura mobile funzionalizzante oppure mediante apparecchio fisso, e in quanto tempo, occorrerà effettuare un approfondito “Studio del caso”, che consiste nell’analisi clinica, analisi dei modelli, analisi delle radiografie sulle quali viene eseguito uno studio cefalometrico.
 
Ortopantomografia
Rx Latero-laterale del cranio ...
Rx postero-anteriore del crani...
Tracciato cefalometrico
 


RAPPORTI TRA LE ARCATE

Durante la crescita occorre individuare se mandibola e mascella crescono armonicamente, nel corretto rapporto tra le due arcate dentarie.
Infatti si corre il rischio di arrivare in età adulta (quando non è più possibile intervenire in maniera conservativa mediante apparecchi) con significative discrepanze tra le arcate, tali da richiedere un intervento chirurgico per effettuarne la correzione.
Ovviamente Noi cerchiamo di prevenire quest’evenienza, riconoscendo sin dai primi segni l’insorgenza di una possibile malocclusione, correggibile con apparecchi ortognatodontici mobili funzionalizzanti con funzione ortopedica, per meglio poter ottimizzare la funzione masticatoria ed estetica.
 
Le possibili cause di discrepanza tra le basi ossee mascellari sono: familiarità, funzione non corretta dei muscoli della bocca (ra i quali la lingua, le labbra e le guance) e abitudini viziate quali l’uso prolungato del succhiotto o la suzione del pollice.

 
 

Caso clinico. Malocclusione di II Classe. Mediante apparecchio mobile funzionalizzante si è potuto correggere il rapporto intermascellare favorend lo sviluppo della mandibola, armonizzandolo a quello mascellare.

Malocclusione di II Classe pri...
Malocclusione di II Classe dop...


 

Caso clinico. Malocclusione di III Classe. Mediante apparecchio funzionalizzante si è potuto correggere il rapporto intermascellare inverso, necessario prima di intraprendere una terapia ortodontica fissa per la correzione dell’affollamento.
Malocclusione di III Classe pr...
Malocclusione di III Classe do...

 
 

Caso clinico. Malocclusione caratterizzata da morso inverso (Cross bite). Mediante apparecchiatura mobile funzionalizzante si è potuto correggere il morso incrociato. Successivamente sarà necessario applicare apparecchio fisso per la correzione definitiva.
Cross bite prima della correzi...
Cross bite a correzione avvenu...





ALLINEAMENTO E POSIZIONE DEI DENTI

I denti storti si possono raddrizzare a qualunque età, mediante l’uso di apparecchi fissi (classici con attacchi in acciaio, estetici con attacchi in ceramica), o mediante mascherine “invisibili” (Invisalign”).


Caso clinico. Affollamento dentario. Risoluzione dell’affollamento mediante apparecchio fisso. Il caso prima e dopo.
Il caso prima del trattamento
Terapia mediante apparecchio f...
Il caso terminato con la corre...
 


 
APPARECCHI E CARIE

E’ opinione comune che portare l’apparecchio faccia cariare i denti.
Questo è vero solo se non vengono osservate con scrupolo le normali regole della corretta igiene orale.
Sicuramente le manovre di igiene saranno un po’ più difficoltose, e dovranno essere effettuate ancora più scrupolosamente del solito.
In genere, quasi in contemporanea all’applicazione dell’apparecchio, viene eseguita una seduta di igiene professionale, accompagnata da esaurienti spiegazioni e consigli su come fare per agevolare le manovre di igiene domiciliare.

 
Tutte le fotografie sono relative a casi clinici eseguiti dalla dott.ssa C. Rampa
 

tutti i diritti riservati Copyright 2010
e-mail: info@cristianodaviso.com
Piva: 02648660047
Iscr. Albo Medici Chirurghi: 3390
Iscr. Albo Odontoiatri: 373